NULLA VERITAS SINE TRADITIONE

10 ottobre 2014

L' Or du Diable



Per non parlare della possibile, futura "Moneta Unica Mondiale", ideata dai banchieri del demonio...


13 settembre 2014

Sinistre coincidenze

 

Una volta accantonata la "Minerva", l'Università "La Sapienza" di Roma rimpiazzò il tradizionale simbolo dell'ateneo con il "Cherubino",



icona che intenderebbe rappresentare "la pienezza del sapere", ma che, in realtà, altro non è se non l'immagine dell'angelo ribelle conosciuto come Lucifero, il portatore di "luce" e "conoscenza", come comprovato dalla fiammella posta sulla sua fronte.
Non a caso, qualche anno fa, si è ritenuto addirittura più idoneo evolvere l'inquietante effigie nell'attuale emblema, tratteggiante il satanico caprone.

   

Fortuita coincidenza? Pensiamo proprio di no, visto che la Guerra è già cominciata da un pezzo...

21 giugno 2014

Quis ut Deus ?



Un giorno, Gesù disse a Santa Margherita Maria Alacoque queste aspre parole:

«Ecco quel Cuore che ha talmente amato gli uomini, da non aver risparmiato nulla, fino a esaurirsi e consumarsi, per testimoniare a loro il proprio amore. Ma dalla maggior parte di loro non ricevo in risposta che ingratitudini per le loro irriverenze e sacrilegi e per la freddezza e disprezzo che hanno verso di Me nell’Eucaristia. Quello che più mi ferisce, è che così agiscono anche cuori consacrati. Per questo, ti chiedo che, il primo venerdi successivo all’ottava del Corpus Domini, venga dedicato a una festa particolare per onorare il mio Cuore, comunicandosi in quel giorno, per ripararlo dagli insulti che ha ricevuto nel tempo in cui viene esposto sugli altari. Ti prometto che il mio Cuore si dilaterà per diffondere con abbondanza gli influssi del suo divino amore su coloro che lo onoreranno in questo modo».

«Questo Cuore divino regnerà, nonostante tutti coloro che vorranno opporglisi; Satana finirà umiliato con tutti i suoi seguaci».

«Osserva in quale stato mi riduce il mio popolo eletto, da me destinato a placare la mia giustizia, e che invece segretamente mi perseguita! Se esso non si pente, lo punirò duramente. Una volta preservati i miei giusti, immolerò tutti gli altri al furore della mia collera».