NULLA VERITAS SINE TRADITIONE

2 febbraio 2010

La Tradizione Cattolica



Che cos’è una tradizione e quindi la Tradizione? Se volessimo definirlo, questo concetto, come orientarci? Ed esiste, la Tradizione, nel nostro caso cattolica, che tutti i credenti sono tenuti a seguire?
Sul concetto di tradizione ci sembra di poter affermare quanto segue. L’idea stessa di tradizione racchiude quella di determinati valori, che vengono tramandati e mantenuti nel corso delle generazioni.
Tramandati e mantenuti, quindi insegnati e fatti rispettare come valori che costituiscono il fondamento inalterabile di una determinata concezione del mondo e quindi del modo di essere e di vivere di una determinata società. La tradizione si sostanzia infatti nel costume. Qui non si lascia spazio ad una determinazione soggettiva di che cosa sia il valore: il valore mantenuto dalla tradizione è proprio quello che si impone per il fatto stesso di fondare la tradizione e di appartenerle, al di sopra e al di là di quello che possano pensarne i singoli individui, che anzi devono riconoscerlo ed ottemperarvi. I valori espressi nella tradizione costituiscono la verità della tradizione stessa. Però essi sono sentiti nello stesso tempo come degni di appartenere alla tradizione per il fatto di esser veri, perché si ritiene che in essi si esprima una verità di carattere religioso e morale o solo religioso o solo morale o morale e politico o solo politico od infine solo di costume: una verità comunque oggettiva, che appartiene alla cosa in quanto tale, indipendentemente dal flusso e riflusso delle opinioni e degli eventi. La verità che si sente nei valori della tradizione equivale alla loro conformità all’idea della giustizia: i valori della tradizione sono giusti, questa è la loro verità, ed è giusto osservarli e conservarli.

A questo concetto di tradizione, che possiamo considerare fondato sulla recta ratio e sul senso comune, il Cattolicesimo che cosa aggiunge? Quali sono i caratteri in base ai quali possiamo parlare di “Tradizione cattolica” come di qualcosa di specifico, che la distingue dalle tradizioni di altro contenuto? La caratteristica della Tradizione cattolica è quella di rappresentare le verità ed i valori contenuti nella dottrina e nella pastorale della Chiesa cattolica, che li propone ed insegna come verità di origine sovrannaturale. La Tradizione cattolica è cattolica proprio perché mantiene la pretesa di conservare ed insegnare la Verità Rivelata da Nostro Signore Gesù Cristo, Seconda Persona della Santissima Trinità, incarnatosi storicamente nell’ebreo Gesù di Nazareth, che ha dimostrato in parole ed opere di essere il Messia, il Figlio di Dio annunciato nelle profezie dell’Antico Testamento: Dio fatto uomo. Dal punto di vista del contenuto, in senso stretto ed autentico, la Tradizione cattolica è pertanto costituita dall’insegnamento di Nostro Signore per ciò che riguarda la fede e i costumi, ossia la religione e la morale, così come tale insegnamento risulta dai Vangeli e dall’insegnamento degli Apostoli, inizialmente solo orale e subito dopo messo per iscritto.
Tale insegnamento è perciò costituito dalle fonti scritte e non scritte (Corpo Neotestamentario e fonti non scritte) riconosciute ed accettate dalla Chiesa e si è concluso, come ha sempre ritenuto la Chiesa, con la morte dell’ultimo Apostolo. Le verità di origine sovrannaturale rivelate in questo insegnamento costituiscono da allora il deposito della fede, il cui mantenimento è il compito specifico del Sommo Pontefice, dei Vescovi, dei chierici tutti (nonché, per quanto sta a loro, dei fedeli).
Il “deposito” non può esser stravolto con insegnamenti ad esso contraddittori o comunque ad esso incompatibili. Certe verità di fede e della morale possono sempre esser spiegate in modo più chiaro e ciò è avvenuto in genere nei dibattiti teologici che si sono avuti in passato nel controbattere le eresie. Approfondimento nella delucidazione del dogma ma mai novità. Come è stato autorevolmente detto, il dogma della fede può enunciarsi nove (in modo «nuovo» quanto agli argomenti usati) ma mai introducendo nova, nuove cose, novità nel contenuto stesso del dogma.